MESSINA. Stamani, a piazza Unione Europea, il vicesindaco Salvatore Mondello e il Prefetto Maria Carmela Librizzi hanno presenziato alla tradizionale cerimonia di celebrazione per il 75° anniversario della Liberazione, cui ha preso parte il professor Federico Martino in rappresentanza dell’Anpi.

«È stato come sempre un momento istituzionale dall’alto significato, ma una cerimonia sobria e semplice – ha commentato Mondello – in quanto quest’anno è ricorso durante l’emergenza Coronavirus. Pertanto è stata deposta, come da tradizione, la corona d’alloro davanti al Monumento dei caduti in guerra, senza la partecipazione di autorità civili, religiose e militari nonché dei vari rappresentanti dell’Associazione nazionale partigiani e di cittadini, in quanto lo svolgimento dell’evento è stato legato al rispetto delle modalità di distanziamento interpersonale al fine di evitare qualsiasi forma di assembramento compatibile con la particolare situazione che stiamo vivendo. In questo delicato momento per l’intera collettività auspico – ha concluso il Vicesindaco – che questa ricorrenza celebri anche la nostra libertà per tornare a guardare al futuro con speranza e coraggio».